Pompe dosatrici a membrana LEWA per l'essiccamento a spruzzo in campo farmaceutico

I prodotti farmaceutici e biotecnologici, gli alimenti o gli estratti vegetali per gli articoli di igiene personale e anche le sostanze chimiche fini si essiccano velocemente, massimizzando la superficie dei prodotti umidi.

Le pompe dosatrici a membrana LEWA della serie igienica e sanitaria nella versione triplex sono perfette per il dosaggio sicuro e affidabile nel processo di essiccamento a spruzzo in ambiente GMP.

Soluzione

Vantaggi delle pompe dosatrici a membrana LEWA per l'essiccamento a spruzzo in campo farmaceutico:

  • Tenuta stagna, nessuna contaminazione dall'esterno verso l'interno e viceversa
  • Facile da pulire e di accesso per interventi di manutenzione
  • Elevata affidabilità grazie alla membrana a sandwich a 4 strati con monitoraggio della membrana e segnalazione senza contaminazione del prodotto
  • Funzionamento pulito, nessuna abrasione delle particelle nella pompa LEWA
  • Progettazione igienica, appositamente messa a punto con e per l'industria farmaceutica (conforme alle GMP)
  • Alimentazione degli ugelli di essiccamento a spruzzo a pressione costante grazie alla stabilità della curva caratteristica di pressione della pompa
  • Pompaggio delicato, assenza di elevate forze di taglio provenienti dai dispositivi rotanti
  • Valori ridotti del volume dei fluidi in ristagno nella camera di pompaggio della testa pompante
  • CIP; SIP; DIP
  • FAT, SAT e assistenza in tutto il mondo

Opzioni:

  • Materiale 1.4435 (AISI 316L) con rugosità superficiale di Ra < 0,5 μm
  • Materiali da costruzione inerti conformi alle norme FDA
  • Protezione antiesplosione, conformità ATEX
  • Conforme a ASME BPE
  • Ampia documentazione su qualifica e validazione

LEWA fa parte di numerosi comitati di primo piano nella progettazione di pompe e sistemi igienici:

Settori di applicazione

Esempi di utilizzo delle pompe dosatrici LEWA:

  • Soluzioni, sospensioni ed emulsioni acquose
  • Composti basati su solventi organici, come etanolo, isopropanolo, acetone e diclorometano

Diventa così possibile dissolvere o tenere in sospensione filler, leganti, disintegranti e agenti di scorrimento, da trasferire con il materiale attivo in particelle definite, secche, fluide e uniformi.

Contesto di applicazione

Concetti fondamentali dell'essiccamento a spruzzo (spray drying)

L'idea alla base dell'essiccamento a spruzzo è la produzione di polveri ad elevata dispersione da una fonte liquida mediante vaporizzazione del liquido:

  • Una soluzione/sospensione viene spruzzata tramite ugelli o atomizzatori a dischi rotanti in un flusso di aria calda o azoto
  • Il sistema di essiccazione a spruzzo viene alimentato da apposite pompe. L'essiccamento e la formazione di particelle avvengono contemporaneamente nel corso del processo di spruzzo. In considerazione dei requisiti rigorosi riguardo alla tecnologia farmaceutica, anche i parametri inerenti alla biodisponibilità dei farmaci si fanno più stringenti. L'efficacia di un farmaco, dopo tutto, dipende anche dalla dimensione delle particelle generate.

Di conseguenza, il cliente presta particolare attenzione a requisiti quali:

  1. Distribuzione delle dimensioni delle particelle
  2. Percentuale di umidità residua
  3. Densità apparente e forma delle particelle
  4. Standard qualitativi precisi e coerenti
  5. Pompaggio di fluido a basse pulsazioni
  6. preciso, continuo e sicuro

Schema di processo dell'essiccamento a spruzzo in campo farmaceutico

Referente

Come trovare la giusta serie di prodotto usando il navigatore.

Strumento di navigazione per pompe

Non perdete alcuna notizia. Iscrivetevi alla nostra newsletter.

Registratevi ora