Pompe dosatrici a membrana LEWA per la produzione di oli commestibili

Per rispondere alla domanda globale di oli commestibili, vengono utilizzati circa 40 diversi impianti di produzione.

Viene usata un'ampia gamma di semi e frutti in base alla regione. La base di questi oli di semi include soia, colza, girasole, arachidi, semi di palma o di lino. Oli di polpa di frutto sono estratti da olive, palma, avocado ecc.

Nella produzione di oli commestibili, le pompe operano generalmente in condizioni di bassa pressione; si raccomanda in questi casi la serie LEWA ecodos.

Soluzione

Vantaggi delle pompe LEWA ecodos nella raffinazione degli oli commestibili

  • Pompe a membrana a tenuta ermetica
  • Massima sicurezza operativa
  • Ottimo rapporto qualità‐prezzo
  • Riduttori solidi, progettati per funzionare in continuo
  • Membrana sandwich brevettata a 4 strati in puro PTFE
  • Funzionamento d'emergenza anche in caso di rottura della membrana (indicazione)
  • Materiali a contatto con il liquido compatibili con la produzione alimentare

Grazie alle loro eccezionali funzionalità, le pompe della serie LEWA ecodos stanno sostituendo sempre più spesso altri tipi di pompe nell'industria degli oli commestibili.

LEWA è tra i principali produttori di pompe e sistemi in versione igienica, in grado di fornire prodotti certificati:

Settori di applicazione

Le pompe dosatrici a membrana LEWA vengono impiegate nella produzione industriale di oli commestibili, principalmente nei processi di raffinazione

  • Nel degommaggio
  • Nella neutralizzazione, nota anche come deacidificazione

Le pompe dosano l'acido fosforico, l'acido citrico o la soda caustica.

Sfondo

Descrizione del processo

La spremitura e l'estrazione sono operazioni che intervengono normalmente nella produzione di oli derivati da semi e frutti.

L'olio che può essere estratto senza l'aggiunta esterna di calore nella spremitura viene detto olio spremuto a freddo. Questi tipi di oli non possono essere raffinati, e sono pronti all'uso dopo filtrazione e riempimento.

Tuttavia, la resa aumenta proporzionalmente alla temperatura. Pertanto, viene spesso apportato del calore.

La spremitura a 100 °C viene definita "a caldo". L'olio grezzo estratto in questo modo deve essere assolutamente sottoposto a raffinazione.

Con questo termine si intende una serie di processi fisici e chimici mirati a rimuovere dall'olio grezzo i costituenti indesiderati e di derivazione ambientale, come:

  • fosfatidi
  • acidi grassi liberi
  • pigmenti
  • odori e aromi
  • cere
  • metalli pesanti
  • pesticidi

dall'olio grezzo.

Sostanzialmente, la raffinazione tradizionale include le seguenti fasi operative:

  • delecitinazione
  • degommaggio
  • deacidificazione o neutralizzazione
  • decolorizzazione
  • deodorizzazione

Oltre alla raffinazione chimica tradizionale, viene spesso effettuata anche la raffinazione fisica. Pur essendo tecnicamente più complessa, prevede soltanto due fasi di processo combinate: il degommaggio e la predecolorizzazione o deacidificazione.

I suoi principali vantaggi consistono nella riduzione dell'impatto ambientale e degli scarti di raffinazione. Lo svantaggio risiede nella necessità di un degommaggio di qualità decisamente migliore, in base al tipo di olio.

Pompe dosatrici a membrana LEWA per la produzione di oli commestibili

Definizioni:

Delecitinazione
Una forma speciale di degommaggio per estrarre la lecitina.
La delecitinazione viene utilizzata soltanto per particolari tipi di olio, come quello di semi di soia, la cui trasformazione risulta redditizia.

Degommaggio
Precipitazione dei fosfatidi idratabili con l'aggiunta di acqua e calore. I fosfatidi non idratabili rimasti si dissolvono aggiungendo acidi. L'acido citrico e l'acido fosforico sono gli additivi ideali. Scaldandoli a circa 90 °C, i composti di proteine e carboidrati da separare si spezzano. Il degommaggio viene quindi completato dalla decantazione o la separazione.

Deacidificazione
Attraverso l'aggiunta di soda caustica vengono rimossi gli acidi grassi, che influenzano negativamente il gusto e la conservabilità. Il sapone così ottenuto viene aspirato o rimosso tramite delle centrifughe.

Decolorizzazione
In questa fase viene rimossa la colorazione, insieme con idroperossidi e metalli pesanti.

Deodorizzazione (vaporizzazione)
Qui si verificano le temperature più alte in tutto il processo di raffinazione. A circa 240°C, vengono eliminati gli odori e gli aromi indesiderati, come pure i composti volatili (tra cui tracce di esano) e i pesticidi.

Industrie

Industria alimentare e delle bevande

Usa le pompe LEWA e le soluzioni di sistema per i tuoi processi di omogeneizzazione nel settore alimentare e delle bevande. Chiedi ai nostri esperti maggiori informazioni!

Prodotti

Pompa dosatrice a membrana igienico-sanitaria LEWA ecoflow

ecoflow sanitary hygienic pump La pompa dosatrice a membrana ecoflow ® nella versione igienico-sanitaria è la pompa ideale per i prodotti alimentari e farmaceutici.

Pompa dosatrice meccanica a membrana LEWA ecodos®

LEWA ecodos diaphragm metering pump La pompa dosatrice meccanica a membrana LEWA ecodos® è adatta a tutti i compiti di pompaggio e di dosaggio nella gamma a bassa pressione.

Pompa dosatrice a membrana igienico-sanitaria LEWA ecodos®

LEWA ecodos sanitary/hygienic diaphragm metering pump La pompa dosatrice a membrana LEWA ecodos® nella versione igienico-sanitaria è la pompa ideale per i prodotti alimentari e farmaceutici nella gamma a bassa pressione.

Pompa a doppia coclea Pomac PDSP

Pomac PDSP double screw pump La pompa a doppia coclea Pomac è la soluzione ideale per i processi igienici nei settori alimentare, cosmetico e farmaceutico. Leggete qui per saperne di più!

Ricevi aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ottieni approfondimenti LEWA su prodotti, applicazioni e attività di misurazione dei fluidi. Iscriviti ora gratuitamente.

Follow us

LEWA is on Linkedin LEWA is on YouTube
© 2020 LEWA GmbH
© 2020 LEWA GmbH